Prendersi cura di chi si cura dell’altro

share on:

E’ nata proprio da questa considerazione la proposta di questa bellissima giornata che è stata oggi.

Ringrazio tutta la squadra della UILDM che ha permesso ad alcuni genitori di vivere la giornata dedicata alle donne e alle patologie neuromuscolari un “tempo” così prezioso per relazioni significative.

Così, il gruppo delle Donne - ieri era l’8 marzo – hanno passato un pomeriggio prendendosi cura solo di sé stesse. Poche ore, è vero! Ma quanto preziose anche queste poche ore di libertà.  Con nessun senso di colpa, perchè la UILDM ha pensato anche a chi doveva stare a casa: un pomeriggio per i loro figli al cinema in compagnia dei Papà, se lo avessero desiderato, per affermare e concedere loro, al contrario di quanto spesso succede, la pari opportunità.

E così ci siamo immerse in acqua dolce calda ed avvolgente delle acque termali o arrossate dal vapore di un bagno turco o nella sauna dove l’odore del fieno ricorda le vacanze in campagna… Tutte con la voglia di raccontarsi, di “elaborare” la nostra fatica quotidiana. Ci siamo riconosciute le une nelle altre, finalmente libere – anche solo per un pomeriggio -  di prendere le distanze dai nostri ruoli così, a volte, difficili da gestire e sopportare a livello emotivo.

In queste ore ci siamo accompagnate, abbiamo scelto insieme, ci siamo aspettate e ci siamo aiutate. Così abbiamo di nuovo capito quanto “essere gruppo” protegga e quanto la solitudine esistenziale sia la condizione di massima sofferenza per l’essere umano.

 “Non ci sono molte occasioni per dedicarci del tempo” ha suggerito Alessandra; “Giornata di relax in bella compagnia” ha detto Simona; “la nostra associazione ci ha regalato tante coccole” ha fatto loro eco Sonia.

E Paola, che si “prende cura dell’associazione” ma, a causa della sua distrofia, ha spesso bisogno di aiuto per sé, ha aggiunto: “La mia prima esperienza in un centro benessere: divertente e spensierata”.

Il gruppo di queste 10 donne mi ha strappato, senza tanta fatica, una promessa: che la Sezione metta nel calendario dei propri eventi tradizionali questa giornata e sarà questo un oggetto per il prossimo ordine del giorno assembleare … e chissà che leggendo queste righe altre UILDM facciano propria questa esperienza.

G. Rossi

Ritratto di admin_monza

admin_monza